Home » Salario » 5001 - 7500 euro » Easo, Ufficio europeo di sostegno per l’asilo, cerca due profili di capo settore
easo logo

Easo, Ufficio europeo di sostegno per l’asilo, cerca due profili di capo settore

Easo, l’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo, è alla ricerca di due profili di capo settore:

  • un capo settore per la Cooperazione in materia di asilo,
  • un capo settore per le Procedure di asilo.

grado AD8, EASO/2018/TA/003.

La sede di lavoro è La Valletta (Malta).

Il termine per la presentazione delle candidature è martedì 10 luglio 2018 alle ore 13 (ora di Bruxelles).

 

Cos’è EASO

L’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo opera con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione pratica tra gli Stati membri dell’Unione europea (UE) in materia di asilo, migliorare l’attuazione del sistema europeo comune di asilo (CEAS) e sostenere gli Stati membri i cui sistemi di asilo e accoglienza sono sottoposti a una pressione particolare.

Più precisamente, l’EASO si occupa essenzialmente di tre compiti:

  • sostenere la cooperazione pratica fra gli Stati membri in materia di asilo soprattutto attraverso attività di formazione;
  • sostenere gli Stati membri sottoposti a una pressione particolare mettendo a disposizione forme di sostegno d’emergenza, tra cui team di sostegno;
  • contribuire all’attuazione del CEAS attraverso la raccolta e lo scambio di informazioni sulle migliori prassi, l’elaborazione di una relazione annuale e l’adozione di documenti tecnici.

La sede dell’EASO è al Porto Grande di La Valletta (Malta).

 

Mansioni da svolgere

 

Il capo del settore Cooperazione in materia di asilo opererà nell’unità Sostegno per l’asilo (ASU) del dipartimento Sostegno per l’asilo (DAS) e si occuperà dei seguenti compiti:

  • pianificare e organizzare attività tematiche dell’EASO sui gruppi vulnerabili, tra cui i bambini, le vittime della tratta di esseri umani e le vittime della tortura o di altri maltrattamenti;
  • pianificare e organizzare le attività tematiche dell’EASO in materia di accoglienza;
  • pianificare e organizzare le attività tematiche dell’EASO sul regolamento di Dublino;
  • sovrintendere all’elaborazione e alla produzione di norme operative, indicatori, migliori prassi, orientamenti e strumenti pratici in relazione alla vulnerabilità, all’accoglienza e al regolamento di Dublino;
  • essere responsabile della loro puntualità, qualità e accuratezza;
  • sovrintendere alla fornitura di un sostegno di qualità alle attività operative dell’EASO in relazione ai gruppi vulnerabili, all’accoglienza e al regolamento di Dublino.

Il capo del settore Procedure di asilo opererà nell’unità Sostegno per l’asilo (ASU) del dipartimento Sostegno per l’asilo (DAS) e sarà responsabile dei seguenti compiti:

  • pianificare e organizzare le attività dell’EASO relative alla mappatura e alla qualità delle procedure di asilo nel contesto del sistema europeo comune di asilo;
  • organizzare riunioni e seminari tematici con l’obiettivo di sviluppare una cooperazione pratica in materia di procedure di asilo;
  • sovrintendere all’elaborazione e alla produzione di norme operative, indicatori, migliori prassi, orientamenti e strumenti pratici nel settore delle procedure di asilo ed essere responsabile della loro puntualità, qualità e accuratezza;
  • supervisionare la fornitura di un sostegno di qualità alle attività operative dell’EASO in relazione alle procedure di asilo.

I candidati saranno invitati a selezionare uno dei profili (cooperazione in materia di asilo o procedure di asilo).

 

Criteri di selezione

Criteri di ammissibilità:

  • possedere un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa di almeno 4 anni attestata da un diploma e un’esperienza professionale adeguata di almeno 9 anni maturata dopo il conseguimento di tale diploma,

oppure

  • possedere un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa di almeno 3 anni attestata da un diploma e un’esperienza professionale adeguata di almeno 10 anni maturata dopo il conseguimento di tale diploma;
  • essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione europea, della Norvegia o della Svizzera;
  • godere dei diritti civili;
  • essere in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari;
  • avere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell’UE e una conoscenza soddisfacente di un’altra lingua ufficiale dell’UE nella misura necessaria all’espletamento delle mansioni corrispondenti all’impiego;
  • offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere;
  • essere fisicamente idoneo all’esercizio delle funzioni collegate alla posizione.

Criteri di selezione – Criteri essenziali:

  • almeno 6 anni di esperienza professionale nel settore dell’asilo o dell’accoglienza a livello nazionale o internazionale;
  • esperienza professionale comprovata nella redazione di note informative, documenti di sintesi, note informative sulle politiche, tracce per interventi e verbali di riunioni;
  • ottima conoscenza delle politiche e degli strumenti giuridici dell’UE, nel campo dell’asilo/dell’accoglienza e di altre politiche in materia di giustizia e affari interni, compresi gli aspetti operativi;
  • diploma di laurea in una disciplina avente attinenza con le attività e le mansioni sopra menzionate (diritto, relazioni internazionali, scienze politiche).

Criteri di selezione – Criteri preferenziali:

  • esperienza nella gestione o nel coordinamento di piccoli gruppi di funzionari competenti in materia di asilo o di responsabili;
  • esperienza professionale maturata in una posizione collegata alle mansioni sopra indicate in un ambiente internazionale e multiculturale;
  • esperienza professionale nella progettazione, redazione e pubblicazione di strumenti pratici, orientamenti e manuali;
  • esperienza professionale nelle presentazioni in pubblico e nell’organizzazione di incontri ed eventi.

 

Modalità di selezione

I candidati invitati alla fase del colloquio (colloquio propriamente detto e prova scritta) saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:

  • ottima padronanza della lingua inglese, scritta e orale;
  • capacità di utilizzare apparecchiature elettroniche e applicazioni per ufficio (videoscrittura, fogli di calcolo, presentazioni, sistemi di comunicazione elettronica, Internet ecc.).

Durante la fase del colloquio, i candidati potranno essere valutati anche sulla base dei seguenti criteri:

  • eccellenti doti di pianificazione e organizzazione nonché capacità di definire priorità nel lavoro e di ottenere risultati sotto pressione;
  • ottime capacità di analisi e ricerca;
  • capacità di lavorare con efficienza in seno a un gruppo multidisciplinare in un contesto multiculturale e multilingue;
  • conoscenza della missione e dell’organizzazione dell’EASO;
  • leadership e capacità di gestione.

Il colloquio verterà su quanto segue:

  • attitudine generale e possesso di capacità linguistiche nella misura necessaria alle funzioni da svolgere;
  • competenze specifiche con riferimento ai profili dei candidati conformemente ai criteri di selezione.

Il comitato di selezione propone una rosa di candidati all’autorità che ha il potere di nomina, la quale decide in merito alla nomina del candidato prescelto e all’istituzione di un elenco di riserva. L’inclusione nell’elenco di riserva non è garanzia di assunzione.

 

Presentazione delle domande

I candidati devono utilizzare il modulo ufficiale di candidatura presente nel sito dell’EASO.

A seguire, devono trasmettere la propria candidatura via email all’indirizzo:

applications @ easo.europa.eu.

Il termine per la presentazione delle candidature è martedì 10 luglio 2018 alle ore 13 (ora di Bruxelles).

 

Condizioni di lavoro

L’agente temporaneo sarà nominato dal direttore esecutivo, su raccomandazione della commissione giudicatrice, a seguito della procedura di selezione.

Sarà assunto con la qualifica di agente temporaneo e inquadrato nel grado AD 8.

I candidati assunti effettueranno un periodo di prova iniziale di nove mesi.

La retribuzione per un agente temporaneo di grado AD 8 (primo scatto) è costituita dallo stipendio base di 6.818,11 euro cui si applica il coefficiente correttore (che per Malta è pari attualmente all’86,5 %), integrato da varie indennità, compresi gli assegni familiari.

La sede di lavoro è La Valletta (Malta).

 

SCARICA QUI IL BANDO IN PDF

 

Check Also

Eit Istituto europeo di innovazione e tecnologia

Un nuovo direttore per l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT)

L’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT), con sede a Budapest in Ungheria, è alla ricerca ...

Lascia una risposta