Home » sede (area geografica) » bruxelles » Il Comitato delle Regioni è alla ricerca di un Direttore per la sua Direzione Comunicazione a Bruxelles
comitato delle regioni

Il Comitato delle Regioni è alla ricerca di un Direttore per la sua Direzione Comunicazione a Bruxelles

Nell’ambito dell’Unione europea il Comitato delle Regioni (CdR) è un organo che, attraverso l’emanazione di pareri, svolge funzioni consultive nei riguardi del Parlamento europeo, della Commissione e del Consiglio. Al suo interno, e per garantire la visibilità pubblica dei suoi lavori, opera una Direzione della Comunicazione composta da tre unità che impiegano complessivamente circa 45 funzionari e altri agenti: l’unità D.1, “Addetti stampa e rapporti con i media”, che rilascia comunicati stampa, articoli, editoriali e commenti relativi all’attività del CdR; l’unità D.2, “Eventi”, che organizza incontri e convegni sia a Bruxelles sia a livello locale; l’unità D.3, “MEDIA sociali e digitali e Pubblicazioni”, attiva nel campo della comunicazione web e tramite i social media. In questo contesto si inquadra l’attività di supervisione del Direttore, al quale spetta controllare i lavori della Direzione Comunicazione sotto la diretta autorità del Segretario Generale.

FUNZIONI

Le funzioni del Direttore possono così essere riassunte:

  • elaborare e attuare una strategia di comunicazione per il CdR che ne sostenga l’operato, rafforzi la sua capacità di influire sulle politiche e sulla legislazione dell’UE e dia visibilità alle sue proposte;
  • rafforzare le relazioni con i giornalisti dei mezzi di informazione operanti a livello europeo, nazionale e subnazionale;
  • organizzare, coordinare e supervisionare il lavoro delle tre unità sopra descritte che fanno capo alla Direzione;
  • gestire e sviluppare le risorse umane della Direzione;
  • pianificare, gestire e riferire in merito alle risorse finanziarie assegnate alla Direzione; mantenere e promuovere i rapporti con le altre istituzioni dell’UE.

REQUISITI DI AMMISSIONE

Per poter partecipare alla procedura di selezione occorrono i seguenti requisiti:

  • essere cittadino di uno Stato membro dell’Unione europea;
  • godere dei diritti civili e offrire le garanzie di moralità necessarie all’esercizio delle funzioni;
  • essere in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari;
  • non aver raggiunto l’età pensionabile, che per i funzionari e gli altri agenti dell’UE si raggiunge alla fine del mese nel quale l’interessato compie 66 anni;
  • essere fisicamente idoneo all’esercizio delle funzioni, idoneità che verrà accertata tramite visita medica;
  • possedere un livello di istruzione corrispondente a un ciclo completo di studi universitari, attestato da un diploma, se la durata normale di tali studi è di almeno 4 anni, oppure un livello di istruzione corrispondente a un ciclo completo di studi universitari, attestato da un diploma, seguito da un’esperienza professionale adeguata della durata di almeno 1 anno, se la durata normale di tali studi è di almeno 3 anni;
  • aver già maturato un’esperienza professionale in posizioni analoghe di 15 anni, di cui almeno 5 nel settore della comunicazione;
  • disporre di un’ottima conoscenza di una delle lingue ufficiali dell’Unione europea e di una conoscenza almeno soddisfacente di un’altra lingua dell’Unione;
  • avere una conoscenza almeno soddisfacente dell’inglese o del francese.

SELEZIONE

La procedura selettiva comporta una preselezione, durante la quale sarà condotta una valutazione comparativa delle esperienze professionali dei vari candidati come risultanti dal fascicolo di candidatura di ognuno; seguirà poi la selezione vera e propria, consistente in un colloquio nel corso del quale una commissione esaminatrice rivolgerà a ciascun candidato una serie di domande simili riguardanti, in particolare, la conoscenza e comprensione dei media, la capacità di definire e attuare strategie innovative, definire obiettivi futuri per la Direzione della Comunicazione e presentare i risultati da raggiungere, nonché la capacità di rappresentare a livello interistituzionale gli interessi del CdR. Il colloquio si svolgerà in inglese o in francese, secondo la scelta del candidato (per i candidati la cui lingua principale sia l’inglese o il francese verrà accertata la conoscenza soddisfacente di un’altra lingua ufficiale dell’Unione europea). Sarà inoltre valutata la capacità di comunicare in altre lingue ufficiali dell’UE.

Il candidato prescelto sarà nominato Direttore della Direzione della Comunicazione con GRADO AD 14 e svolgerà le sue funzioni a Bruxelles.

INVIO DELLE CANDIDATURE

I fascicoli di candidatura devono essere presentati esclusivamente per via elettronica, in formato pdf di dimensioni non superiori a 10 Mb, all’indirizzo Recruitment.DirD@cor.europa.eu ENTRO LA DATA DEL 10 MARZO 2016, H. 12:00 (ora di Bruxelles). Tali fascicoli devono contenere un CV aggiornato in formato Europass, una lettera di accompagnamento di non oltre 5 pagine, una dichiarazione sull’onore secondo il modello presente nell’allegato I al bando, la lista di controllo (“check-list”) di cui all’allegato II, copia di un documento d’identità ufficiale del candidato, copia del diploma che dà accesso al grado, copia delle attestazioni professionali idonee ai fini della verifica dell’esperienza del candidato.

NOTA I candidati affetti da una disabilità che impedisce loro di presentare la candidatura online possono inviarla a mezzo raccomandata A/R recante la dicitura “Confidentiel — avis de vacance — à ne pas ouvrir par le service courrier” all’indirizzo Comité européen des régions, à l’attention du chef de l’unité Recrutement et carrière, 101 rue Belliard, 1040 Bruxelles, Belgique, allegando alla candidatura un certificato che attesti la loro disabilità.

SCARICA IL BANDO

C52A

Check Also

Businesswoman Touching Digital Tablet

Nuovo direttore esecutivo dell’Agenzia per la cooperazione sulla energia (ACER)

C’è un posto vacante di direttore esecutivo dell’Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali ...

Lascia una risposta