Home » occupazione » amministratore » Sei laureato? Lavora come amministratore nell’Unione Europea
epso_cp

Sei laureato? Lavora come amministratore nell’Unione Europea

Sei laureato? Vuoi lavorare nelle istituzioni europee? Ecco il concorso che fa per te: quello per lavorare come amministratore nell’Unione Europea, il primo passo per lavorare in queste istituzioni se si è laureati.

L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO), infatti, organizza un concorso generale per esami al fine di costituire un elenco di riserva dal quale le istituzioni dell’Unione europea potranno attingere per l’assunzione di nuovi funzionari amministratori (gruppo di funzioni AD).
Sono 158 i posti disponibili nell’elenco di riserva.
Le domande vanno presentate entro martedì 10 aprile 2018 alle ore 12.

 

Mansioni da svolgere

In generale, gli amministratori hanno il compito di coadiuvare i responsabili delle decisioni nell’attuare la missione dell’istituzione o dell’organo di appartenenza.

Con il grado AD 5 la maggior parte dei laureati inizia la carriera di amministratore nelle istituzioni europee.

Gli amministratori assunti con questo grado possono svolgere, all’interno di un gruppo, uno dei tre tipi principali di attività nelle istituzioni dell’UE:

  • formulazione delle politiche;
  • interventi operativi;
  • gestione delle risorse.

Criteri di selezione

Condizioni generali: 

  • godere dei diritti civili in quanto cittadini di uno Stato membro dell’UE,
  • essere in regola con le norme nazionali vigenti in materia di servizio militare,
  • offrire le garanzie di moralità richieste per l’esercizio delle funzioni da svolgere.

Condizioni specifiche – lingue:

I candidati devono conoscere almeno 2 lingue ufficiali dell’UE: la prima almeno al livello C1 (conoscenza approfondita) e la seconda almeno al livello B2 (conoscenza soddisfacente).

Ai fini del bando di concorso si intende per:

  • lingua 1: la lingua utilizzata per alcuni dei test a scelta multipla su computer;
  • lingua 2: la lingua utilizzata per la seconda parte dell’atto di candidatura, il test situazionale, la prova e-tray, le prove dell’Assessment center e le comunicazioni tra l’EPSO e i candidati che hanno presentato un atto di candidatura valido. La lingua 2 è obbligatoriamente diversa dalla lingua 1.

L’EPSO, tenendo conto delle esigenze di servizio, autorizzerà come lingua 2 le 5 lingue che i candidati dichiarano più frequentemente di conoscere, a livello B2 o superiore, nella prima parte dell’atto di candidatura.

Motivi per i quali i candidati devono scegliere la lingua 2 tra un numero ristretto di lingue.

Condizioni specifiche – qualifiche ed esperienze professionali:

  • occorre essere laureato, con una formazione universitaria di almeno 3 anni;
  • non è richiesta esperienza professionale.

 

Modalità di selezione

I candidati che rispettano i criteri saranno sottoposti a dei test a scelta multipla su computer in uno dei centri accreditati dell’EPSO.

A seguire, i selezionati saranno sottoposti a una prova e-tray: 15-25 domande intese a valutare 4 competenze generali.

A seguire, i candidati idonei saranno convocati per una o due giornate presso un Assessment center, in linea di massima a Bruxelles, per sostenere le prove nella loro lingua 2.

La commissione giudicatrice compilerà un elenco di riserva con i nomi dei candidati selezionati. L’inserimento in un elenco di riserva non costituisce diritto o garanzia di assunzione.

 Presentazione delle domande

Per presentare la candidatura gli interessati devono prima creare un account EPSO. Occorre iscriversi per via elettronica collegandosi qui al sito dell’EPSO entro martedì 10 aprile 2018 alle ore 12. 

SCARICA QUI IL BANDO IN PDF

Check Also

logo Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie

Un portavoce all’Ecdc, centro controllo malattie

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), con sede a Stoccolma, in Svezia, è ...

Lascia una risposta